Cosa Vedere a Budapest

Scopri Cosa Vedere a Budapest: La visita della riva destra della città, lato Pest, può iniziare da Hosok Tere, la coreografica Piazza degli Eroi, con il suo colonnato ad emiciclo e la slanciata colonna dedicata all’Arcangelo Gabriele che sostiene la corona di S. Stefano, simbolo della nazione ungherese. Al centro della piazza, sotto una semplice pietra, vi è la Tomba del Milite ignoto, altare sacro della patria.

Cosa Vedere a Budapest

Seguendo l’Andrássy, il grandioso viale che unisce la piazza al fiume, si ammirano numerosi edifici in stile neoclassico, tra cui spicca per bellezza e suntuosità il Magyar Allami Operahaz (1884), il principale teatro della capitale, con la sua facciata ornata da statue.

Alle spalle della Piazza degli Eroi si apre il grande parco del Varosliget, al cui interno si erge il fiabesco castello del Vajdahunyad Vara, iniziato nel 1896.

Nei pressi del famoso ponte Herzsebet Hid troviamo inoltre le Terme Rudas, risalenti al XV secolo, la cui struttura è rimasta praticamente la stessa dell’epoca medievale.

Nella zona centrale della città invece troviamo: La suggestiva piazza di Vorosmarty Ter, con i suoi caffé all’aperto. Il Belvarosi Templon, una tra le più antiche chiese della città (XII secolo), al cui interno la nicchia del “mihrab” ricorda la sua trasformazione in moschea durante la dominazione ottomana.

L’ Egyetemi Templon, cioè la chiesa dell’Università (1752), un bell’esempio di barocco ungherese. La Szent Istvan Bazilika, dedicata a Santo Stefano (1851), il santo re fondatore della nazione ungherese.

Scendendo fino al fiume si incontra il Szechenyi Lanchid, il ponte delle catene (1839), da dove si colgono, meglio di altrove, le due differenti anime della città.

In lontananza si nota la Margit Sziget, l’Isola Margherita, stesa sul Danubio come un polmone verde tra le due parti della città, ed il Palazzo del Parlamento, simbolo indiscusso della capitale ungherese, uno splendido esempio di architettura neogotica e secondo molti “il più bel monumento tra tutti quello bagnati dal Danubio”.

Il Szepmuveszeti Muzeum, un classico edificio a tempio, è sede del Museo delle Belle Arti di Budapest, il maggiore del Paese e tra i più importanti al mondo. Vi sono raccolte collezioni di arte varia dall’epoca antica fino al Novecento. Tra gli artisti ospitati ricordiamo Tiziano, Raffaello, Giorgione, Rembrandt, Goya, Monet, Gauguin, Rodin.

La visita della parte destra della città, Buda, inizia presso le rovine dell’antico insediamento di Aquincum, nel distretto di Obuda. L’annesso Muzeum di Aquincum offre una ricca documentazione sulla vita quotidiana e artistica dell’antica città.

Al centro del quartiere del Castello si trova la celebre Chiesa di Mattia. Scendendo e seguendo la strada parallela al Danubio, la Fo Utca, s’ incontrano molti palazzi settecenteschi e chiese barocche, oltre al magnifico esempio di architettura turca, l’unico rimasto, Terme Kiraly, i “Bagni del Re “ (1570). La strada porta alla collina Varhegy distesa sul ciglio dello sperone roccioso che domina la piana del Danubio, un tempo maestosa fortezza e primo nucleo abitato della città di Budapest. Varhegy è una piccola e silenziosa città nella città, che trova il suo centro nella Szentharomsag Ter, la piazza della Trinità. La parte meridionale della collina è invece occupata dal Palazzo Reale, un imponente edifico settecentesco (ma di origini ancora più antiche) articolato in diversi blocchi, ove ora hanno sede la Galleria Nazionale, la Biblioteca Nazionale e il Budapesti Torteneti Muzeum.

Altri luoghi assolutamente da visitare a Budapest sono il Museo Nazionale Ungherese ed la zona della Fiera di Budapest.

Scarica gratuitamente la nostra Guida Budapest in pdf